domenica 4 febbraio 2007

Marco Furia. Inedito



Questa poesia sgrappola a valanga una sequela di unità paradossalmente vere, ingabbiate nel sistema poesia come per caso, voci ossimoriche, frasi d’ordinaria maestà scivolate nell’endecasillabo a comporre il ritratto di una monna Lisa pennellata da un Arcimboldi, una Lisa vitale come uno scarto di binario, come una crepa artica.


Profonde rughe minime

Profonde rughe minime, sorriso
enigmatico, inquieto, giammai pigra
sollecita fiacchezza, trattenuta
quale infecondo impeto parola
iconico languore, forse pago
insoddisfatto assillo scrupoloso
manchevole frasario, non ostile
né benevola, incolume, sincera
impulsiva coerenza (di fiducia
sempre incerta fermezza: peso greve
sostenibile carico), felice
di distacco tormento, castigato
impudico rimando ad appagare
desiderio inespresso ancòra teso
violata prostrazione, ad altro gioco
consolatorio volta, non più tregua
raggiunto approdo, nobile, se appena
perpetuo attimo effimera, confusa
ordinata memoria, falsa effigie
non contraffatta, utile in esame
velleità negligente, dubbio, errore
perplesso assioma assiduo, sobria voce
esistere dinamico caduco
compreso segno, tratto, cenno incline
diversa, sì spontanea, zitta vita.

12 commenti:

  1. Marco Furia è nato nel 1952 a Genova, dove si è laureato in giurisprudenza.
    Già collaboratore di Adriano Spatola, ha pubblicato:
    Effemeride (Tam Tam,1984); Mappaluna (Tam Tam,1985), nota critica di Adriano Spatola;
    Arrivano i nostri (in Fermenti letterari, Napoli, Oceania Edizioni, 1988);
    Efelidi (Anterem Edizioni, 1989), nota critica di Stefano Lanuzza;
    Bouquet (Anterem Edizioni,1992), nota critica di Roberto Bugliani;
    Minime topografie (Anterem Edizioni, 1997), nota critica di Stefano Strazzabosco;
    Forma di vita (Anterem Edizioni, 1998), nota critica di Gilberto Finzi;
    Menzioni (Anterem Edizioni, 2002), nota critica di Stefano Guglielmin;
    Impressi stili (Anterem Edizioni, 2005), nota critica di Carla De Bellis.
    Sue poesie sono apparse su riviste italiane e straniere.
    Suoi testi sono raccolti nelle antologie:
    Poeti nati dopo il 1950, a cura di Adriano Spatola, in 'Cervo volante', 15/16, 1983;
    italie ( ), a cura di Adriano Spatola, in 'Doc(k)s', 71;
    Ante Rem, a cura di Flavio Ermini, Anterem Edizioni, 1998;
    Verso l'inizio, a cura di Andrea Cortellessa, Flavio Ermini, Gio Ferri, Anterem Edizioni, 2000 (l'antologia contiene due note critiche sull'autore di Ugo Fracassa e Gio Ferri);
    Paesaggio mutevole, a cura di Giorgia Cassini, Liberodiscrivere, 2006.
    Tiene, sul sito www.anteremedizioni.it, una rubrica di note critiche che hanno trovato accoglienza anche su svariati periodici.
    Ha partecipato a numerose manifestazioni con lettura di propri versi, per alcuni dei quali sono state composte partiture dal musicista Francesco Bellomi.
    Suoi testi sono stati tradotti in francese, inglese, spagnolo e giapponese.
    redattore di 'Anterem'.

    RispondiElimina
  2. Una furia. Nome omen o Furia è pseudonimo? antonella

    RispondiElimina
  3. Marco è un uomo pacifico, tra i più pacifici che conosco. E' cognome anagrafico.

    ciao Ali

    RispondiElimina
  4. Una valanga di materia "pregiata"; peccato soltanto che vi sia anche una valanga di aggettivi che un poco umiliano la nota pittorica, rendendola iper-coloristica.
    Un abbraccio dal Gianfry

    RispondiElimina
  5. Caro Stefano, tutto bene,dunque: grazie! Ai lettori dirò:
    Cari lettori- navigatori, vi saluto tutti, con affetto e ringrazio Stefano per l' accoglienza.
    Non è bello che un poeta parli (troppo) di sè: parlatene voi, vi leggerò con grande piacere. Vi abbraccio
    Marco

    RispondiElimina
  6. Caro Gianfranco (Fabbri) spero che Marco legga la tua nota e la commenti.

    un caro saluto

    RispondiElimina
  7. intendevo dire furia poetica :-) a.

    RispondiElimina
  8. vocativo5/2/07 22:26

    mi sembra che il verso si muova su una struttura tendenzialmente tripartita. L'effetto ritmico è un po' a cascata, quasi da cassa techno...

    RispondiElimina
  9. Caro Gianfry,
    grazie per l' attenta lettura.
    Credo che un altrettanto attento esame dell' acuta nota iniziale di Stefano costituisca esauriente risposta.
    Ciao
    Marco

    RispondiElimina
  10. ringrazio gli amici per il commento e Marco Furia per la partecipazione.

    RispondiElimina
  11. fischio! da fiato sospeso, ecco.

    RispondiElimina