venerdì 5 dicembre 2008

Cerco poeti di talento


Da qualche giorno, l'editore Gianfranco Fabbri mi ha chiamato a dirigere la collana Laboratorio, delle edizioni L'arcolaio, di Forlì. Occasione straordinaria per chiarire il senso, anzitutto a me stesso, della relazione fra poesia e tecnica, due azioni molto lontane malgrado la comune radice etimologica. Per me, infatti, Laboratorio non riguarda l'esercizio del poeta arguto, capace di moltiplicare i pani e i pesci facendo leva sul miracolo degli abbracadabra, ma semmai rinvia a quella miscela laborintica, in cui il lavoro, il labirinto, lo star dentro l'uno e l'altro da parte di una singolarità consapevolmente attenta, danno fuoco alla creazione, attraverso una lingua aperta al futuro. E sto parlando del libro, non soltanto del singolo testo. In questa prospettiva, la collana Laboratorio dovrebbe ospitare progetti organici in grado di dare forma al sistema/problema libro, evidenziando ricerca, consapevolezza, talento. Il condizionale sottolinea la possibilità che qualche autore stia avviandosi su questa sguarnita strada, la intraveda e, pur non avendola ancora sottomano, voglia comunque fissare in una pubblicazione il proprio percorso.

Questo messaggio è rivolto a chi ha un libro da laboratorio e a chi è convinto di avere comunque intrapreso un viaggio sperimentale: L'arcolaio aspetta il dattiloscritto.

18 commenti:

  1. ecco... questo è interessante! :)

    RispondiElimina
  2. Caro Stefano, dal modo in cui hai qui affrontato il problema della ricerca, capisco che la mia scelta non poteva essere migliore. Leggendoti, si comprende come tu sia provvisto di razionale compostezza nel descrivere e proporre un progetto. Desidero qui sottolineare che la collana evocata in questo post sia interamente caratterizzata dalle scelte del direttore. Autonomia integrale, libertà assoluta.
    Concludo dicendo che sono felice di vedere questo pezzetto di Arcolaio in mani così attente e competenti.
    Grazie Stefano.
    Buon lavoro,

    Tuo Gianfranco

    RispondiElimina
  3. Desidero qui sottolineare come la collana ... scusate l'imprecisione

    RispondiElimina
  4. ah che bello!
    (facciamo finta che non lo sapevo...)
    un grande augurio a Stefano e Gianfry per questa nuova sfida
    red

    RispondiElimina
  5. un grande augurio, sì.
    la tua presenza è garanzia di correttezza e qualità.

    francesco t.

    RispondiElimina
  6. Grazie amici!

    gugl

    RispondiElimina
  7. Stefano, che bella notizia! L'editoria di poesia - o meglio, l'editoria che ha a cuore la poesia - non può che rallegrarsene: con scelte di questo tipo si cresce tutti. I migliori e più affettuosi auguri e te e a Gianfranco da parte mia e di tutta la redazione delle Voci.
    Un abbraccio!
    Fabrizio

    RispondiElimina
  8. Tanti Auguri Stefano :-)

    E buon lavoro ^__^

    RispondiElimina
  9. sì, e mi ero dimenticato:
    un grande augurio a Gianfranco, persona correttissima e umanamente molto profonda.

    francesco t.

    RispondiElimina
  10. son proprio curiosa di vedere cosa ne verrà...
    !!!
    s.

    RispondiElimina
  11. dipenderà molto dai dattiloscritti che arriveranno.

    gugl

    RispondiElimina
  12. non posso che essere contento per l'arcolaio, per gianfranco e per stefano, di questa nuova "direzione". Un saluto, GTZ

    RispondiElimina
  13. un in bocca al lupo ad entrambi!

    voc

    RispondiElimina
  14. in bocca al lupo a tutti e due, sono sicura al 100per100 che gugl farà un lavoro fantastico, egli è molto preciso e meticoloso :-) un gran lavoratore della parola. antonella

    RispondiElimina
  15. grazie antonella. Adesso aspettiamo i file con le poesie.

    gugl

    RispondiElimina
  16. http://www.youtube.com/watch?v=e9g9jFTB5VA

    RispondiElimina