giovedì 8 giugno 2006

qui


io abito qui intorno. ci abito intero e insieme. io abito intorno e dentro. qui.

23 commenti:

  1. abiti lì? ma ci sarà freddo d'inverno! ma è bello questo tuo abitare dentro

    RispondiElimina
  2. la prima cosa che mi viene in mente è il freddo.
    la seconda il caldo.
    perché abitare è riscaldare.

    RispondiElimina
  3. già, io abito nel mondo e il mondo è dentro di me

    RispondiElimina
  4. il dentro e il fuori rovesciati mi ricordano un racconto memorabile: "un re in ascolto" (in "sotto il sole giaguaro").

    RispondiElimina
  5. calvino ha messo l'universo quantistico nei suoi romanzi e racconti. hai scelto un compagno di viaggio che ti è complementare.

    ciao

    RispondiElimina
  6. hai finito di leggere il libro? :D

    ah, attento ai deittici, potresti far confusione...

    RispondiElimina
  7. io qui ci sento l'eco, tu dentro e intorno alle montagne :)

    RispondiElimina
  8. per la cronaca: sono montagne armene, che portano in iran. scattata l'anno scorso da mia moglie. però pare di essere a casa, no?

    RispondiElimina
  9. Voc, il libro l'ho assaggiato, auunsato, puntato. adesso ho la chiave.

    perché dici che devo stare attento ai deittici? (a quelli del libro o a quelli che userò nella presentazione?)

    ciao

    RispondiElimina
  10. tu in quelle montagne come io nelle mie

    ebbrava la fotografa :)

    RispondiElimina
  11. Fabry: secondo il rabbino Avrahan Sutton, Beth (recipiente) diventa Bayit (casa) quando è pervaso dall'Alef (luce) della parola di Dio.

    RispondiElimina
  12. per sapere cosa sono i deiettici mi devo dar da fare o ci pensate voi sapientoni?

    RispondiElimina
  13. ombra, quali tue "montagne":-))))

    RispondiElimina
  14. sono quelli che stanno sopra le montagne e indicano qui, là, trallallà:-)

    RispondiElimina
  15. ovvio che sì: i deiettici sono i deittici congiunzionali; non li conoscevi:-)))?

    RispondiElimina
  16. montagne basse senza braccia e senza gambe :D
    e senza neve ahimè

    RispondiElimina
  17. no, golf non li conoscevo, e cercando nell'Accademia della Crusca, avevo capito che erano avverbi
    sono grave professore?

    RispondiElimina
  18. Stefano, proprio come pensavo...bello!
    casa, invece, l'ho sempre trovata come bet o beth: sarà un dialetto!:-))

    RispondiElimina
  19. complimenti alla mogliettina! e a voi per la vostra esperienza armena.

    Io mi riferivo al "qui" del post, gugl :)

    RispondiElimina
  20. bentrovato :) certo hai atteso un pochetto a dirmelo eh? ora mi leggo gli arretrati

    un bel sentire l'abitare fuori e dentro..

    ciao g :)

    nuv

    RispondiElimina
  21. cara Nuvola, che piacere ospitarti! Se ogni tanto passerai di QUI sarai la bevenutissima!!!

    RispondiElimina
  22. caro Stefano, magari sarò un santo un po' particolare:-))
    comunque finora dal coma ci sono sempre uscito...
    hai visto Chiara, sul blog? non mi ricordo se hai lasciato un tuo segno: ha scritto una cosa bellissima:-)
    buona giornata!
    f.

    RispondiElimina